Biblioteca digitale dell'Associazione Italiana Dislessia "Giacomo Venuti"

  • La Biblioteca digitale per i dislessici "Libroaid" è un progetto dell'Associazione Italiana Dislessia. Fornisce, agli utenti che ne abbiano diritto, copia dei file digitali dei libri scolastici adottati nelle classi di ogni ordine e grado scolastico.

Ricerca libri digitali

ricerca

Accesso al sistema

Login utente
password persa?

Chi siamo

La Biblioteca digitale per i dislessici “Libroaid” è un progetto dell’Associazione Italiana Dislessia, inizialmente sostenuto dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna, e finanziato dalla Fondazione Telecom Italia, e dall’anno scolastico 2013/2014 autofinanziato.
Fornisce, agli utenti che ne abbiano diritto, copia dei file digitali dei libri scolastici adottati nelle classi di ogni ordine e grado scolastico.
I libri digitali forniti, possono essere letti al PC da programmi dotati di sintesi vocale.

La Biblioteca, dopo i primi mesi di “rodaggio” del sistema, è stata accolta in una grande scuola comunale di Bologna nata nel 1844, che oggi è gestita dallo Stato: Istituto di Istruzione Superiore “Aldini Valeriani Sirani”.

Ad oggi è situata in Piazza dei Martiri 5 – 40121 Bologna.

Ringraziamo per la grande sensibilità e generosità, la Fondazione Telecom Italia, che con l’approvazione del progetto “Uno zaino multimediale”, ha permesso la crescita e l’evoluzione del servizio in questi anni. Il progetto è dedicato alla memoria dell’ing Cristina Pancaldi, socia AID e funzionaria Telecom Italia.

Ha contribuito concretamente al nostro lavoro l’Ufficio Scolastico Regionale Emilia Romagna che ha siglato un protocollo d’intesa con A.I.D. per la diffusione dei mezzi compensativi digitali e delle Nuove Tecnologie nelle scuole della regione.

Citiamo per la sua generosità il Rotaract 2070 (che comprende le sedi di tutta l’Emilia Romagna, Toscana e San Marino), senza la cui donazione non avremmo potuto continuare il lavoro appena iniziato.

Collaboriamo con: la Fondazione ASPHI onlus e il Centro Internazionale del Libro Parlato onlus “A. Sernagiotto” di Feltre.

Il lavoro che svolgiamo non è particolarmente difficile, è solo un po’ lungo (e forse monotono). Inoltre è vincolato da rigide regole imposte dall’accordo con i vari editori.

Le domande a cui rispondete e le dichiarazioni che vi chiediamo online, sono rese obbligatorie dall’accordo con gli editori. Noi dobbiamo essere ben sicuri che le persone a cui diamo i file dei loro libri abbiano veri problemi di letto-scrittura autonoma e ne abbiano effettiva necessità. Basterebbe poco perchè il materiale, dato in buona fede, divenisse motivo di una truffa ai danni degli editori. In tal caso i primi responsabili saremmo noi e il servizio che, a causa di una sola mela marcia, cesserebbe per tutte le migliaia di studenti che se ne servono.

Nel catalogo i libri troverete i vari stati:

  • “Disponibili” sono quelli già in nostro possesso.
  • “Da Richiedere” questo libro non è stato ancora richiesto da nessuno utente. I tempi in questo caso dipendono dalla casa editrice che può avere disponibilità immediata o meno del formato digitale.
  • “Richiesto”: questo libro è già stato richiesto in precedenza da un altro genitore, ma non ci è ancora stato inviato dalla casa editrice. I tempi anche in questo caso dipendono dalla casa editrice.
  • “Non disponibile”: questo libro è stato richiesto alla casa editrice, la quale purtroppo ci ha informato che non è disponibile in formato digitale in quanto è una versione molto vecchia o creata in formati non compatibili con il digitale, pertanto questa richiesta non potrà essere evasa.

Gli editori che tutte le settimane ricevono i nostri elenchi di libri richiesti, cercano di soddisfare le richieste inviandoci  la copia originale in pdf aperto e a bassa risoluzione del libro (i tempi impiegati sono variabili).

I libri, una volta lavorati diventano disponibili e pronti per la spedizione. A questo punto seguendo un ordine di richiesta, i libri vengono masterizzati, stampati, messi nelle buste e spediti tramite Poste ordinaria.

Questo è il lavoro che svolgiamo per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento e per tutti coloro che hanno problemi (certificati l. 104/92) di letto-scrittura autonoma, questo per garantire a tutti gli studenti il diritto allo studio e pari opportunità educative.

Perchè usare i libri digitali

La dislessia è una difficoltà che riguarda le capacità di leggere, scrivere e far di conto in modo corretto e fluente. Leggere e scrivere sono atti così semplici e automatici che risulta difficile comprendere la fatica di un bambino dislessico, tuttavia sappiamo che è un problema che riguarda almeno 1.500.000 persone in Italia. Gran parte di loro ha avuto una carriera scolastica costellata di insuccessi. La dislessia (chiamata anche Disturbo Specifico di Apprendimento) non è causata da un deficit di intelligenza né da problemi ambientali, psicologici o da deficit sensoriali o neurologici.

La Biblioteca digitale dell’Associazione Italiana Dislessia è nata dalla necessità dei genitori, degli insegnanti e dei tecnici della riabilitazione di garantire anche a questi ragazzi il diritto allo studio.
LibroAID nasce per fornire i libri di testo scolastici in formato digitale (.pdf) utilizzabili con una sintesi vocale. Questo per permettere ai nostri ragazzi di continuare a studiare, per scoprire con loro il piacere della lettura, per aiutare i nostri figli, i nostri alunni, i nostri assistiti.